Packaging design | Come la progettazione della confezione diventa strumento di marketing

Packaging design | Come la progettazione del packaging diventa un'importante strumento di marketing

Cos'è Il packaging design? Oltre la protezione del prodotto, è la sua presentazione e promozione. Bisogna quindi ottimizzare la progettazione del packaging per valorizzare il prodotto

Cos'è il Packaging

“il packaging è l’elemento costitutivo dell’identità di marca più tangibile a cui si fa riferimento per la costruzione della marca stessa e contribuisce all’aumento della notorietà e dell’immagine” (Kevin Lane Keller, 2003)

Il termine packaging tradotto letteralmente vuol dire imballaggio e indica l’involucro che protegge, da eventuali danni, un prodotto destinato alla vendita. Il  sapone è stato il primo prodotto della storia ad essere stato imballato, ad opera dell’americano Benjamin Babbit, che ebbe l’idea di confezionarlo in panetti avvolti da carta stampata. In pochi anni la confezione divenne un vero e proprio elemento identificativo del prodotto.

Ciò mette in evidenza come il packaging nel tempo ha sommato alla funzione protettiva,  anche, quella comunicativa. Un packaging è quindi efficace se è anche in grado di catturare l’interesse del consumatore, raccontargli le caratteristiche del prodotto, esprimere la brand identity e indurre il cliente all’acquisto.

Si può affermare che oggi il packaging è diventato un importante strumento di marketing a supporto delle strategie di vendita, dove  l’involucro del prodotto si è trasformato in un biglietto da visita, in grado di distinguere il contenuto dalla concorrenza e attrarre i consumatori. E, grazie anche al lavoro di esperti della comunicazione il packaging si è evoluto da semplice contenitore a vero e proprio selling point. Oggi, le aziende di qualsiasi settore commerciale, dall’agrolimentare alla moda e di qualsiasi dimensione, dalla grande impresa alla micro, puntano a promuove il proprio prodotto attraverso confezioni sempre più curate e accattivanti.

Il packaging design

In questo contesto,  considerato che la confezione rappresenta la prima percezione che il cliente ha del prodotto, si comprende l’importanza della progettazione del packaging. La realizzazione grafica del packaging o packaging design delinea il volto del prodotto e prende in considerazione il target a cui è destinato il prodotto, l’estetica della confezione, scegliendo forme coerenti con un utilizzo pratico sia in fase di trasporto e che di apertura, la definizione delle azioni promozionali.

L’insieme di questi elementi devono essere in grado di trasmettere i tratti distintivi di un brand, contribuire a far emergere il prodotto sugli altri, cogliere l’interesse del cliente, ed assicurare l’acquisto.  Infine, il design del packaging deve anche trasmettere i principi etici dell’azienda, in modo da fidelizzare del cliente, che sarà più soddisfatto quanto più si riconoscerà nelle scelte di packaging dell’azienda.

Un packaging ben progettato – nella forma e nei contenuti – deve essere in grado di richiamare l’attenzione, attrarre il consumatore, stimolarne le sensazioni e suscitarne desiderio, indurlo all’acquisto. Alcuni esempi di pakaging efficaci sono:  Apple, i cui dispositivi sono contenuti in scatole bianche ed eleganti o Coca Cola, con i suoi imballaggi sempre caratterizzati dal colore rosso e dal marchio in evidenza.

 

Gli elementi fondamentali per la progettazione del packaging

Nella progettazione di un packaging e in un’ottica di vendita si fa riferimento a quattro componenti fondamentali del pakaging:

  1. forma: la forma del packaging è ciò che è in grado di attirare fin da subito l’attenzione del consumatore. Una forma nuova, originale e autentica potrebbe diventare il vero simbolo di un marchio;
  2. colori: il significato dei colori è legato alla capacità di suscitare emozioni differenti nei consumatori. Ad esempio il packaging alimentare è  strettamente legato ai colori: il marrone richiama i prodotti derivanti dalla terra, il verde richiama i prodotti biologici, il blu quelli più freschi, mentre il nero e l’oro sono legati a prodotti d’élite;
  3. lettering: anche la scritta associata all’involucro di un prodotto riveste un ruolo importante nel processo di promozione del prodotto. Scegliere le parole giuste e il font corretto avvicina il prodotto all’interesse del consumatore. Ad esempio, un packaging per prodotti pregiati generalmente utilizza il corsivo, mentre sui prodotti per bambini troviamo spesso un font simpatico in stampatello;
  4. materiali: scegliere un materiale di qualità,  possibilmente piacevole al tatto ha il duplice scopo di proteggere il prodotto e di attrarre i clienti. E’anche importante pensare all’ambiente utilizzando ad esempio materiali riciclabili,  ciò determina un maggiore apprezzamento da parte del cliente ottenendo una pubblicità positiva.

 

Le funzioni che deve rispettare il packaging design

L’evoluzione del mercato non ha riguardato solamente il design del packaging ma anche le sue funzioni. Sono, infatti, più d’una le funzioni richieste al packaging, di seguito si riportano le principali:

  • funzione protettiva: il packaging serve principalmente a proteggere i prodotti da urti e traumi e a conservare intatte le proprietà organolettiche ad esempio dei generi alimenti;
  • funzione di trasporto: i contenitori nella forma e nei materiali devono essere adatti alle diverse modalità di trasporto (navi, aerei e strada);
  • funzione promozionale:  il packaging è parte integrante del prodotto stesso oggi è diventato un potente strumento di branding; dalla confezione, infatti, riconosciamo i diversi marchi;
  • funzione informativa: il packaging deve anche informare il cliente degli ingredienti, le istruzioni d’uso, le modalità di riciclo e tutto quello che riguarda l’utilizzo del prodotto;
  • funzione etica: il packaging oggi ha assunto anche un ruolo valoriale, ad esempio, la scelta di un  packaging eco-friendly  si percepisce il valore che l’azienda attribuisce al rispetto dell’ambiente.

 

L'importanza di progettare e creare un packaging efficace e sostenibile

Lo studio e la realizzazione del packaging è solitamente affidata, oltre che ai pubblicitari, agli specialisti di packaging, che hanno il compito di considerare la funzionalità della confezione: per esempio, la possibilità di un uso e riuso razionale del prodotto, la facilità di apertura, la presenza di materiali sicuri ed ecologici, ecc. In particolare rispetto alla sostenibilità ambientale, il packaging considerato oggi il peggior “nemico” dell’ambiente, grazie allo studio e al lavoro di esperti si sta trasformando in un packaging sempre più ecosostenibile, passando da rifiuto a risorsa utile per la tutela dell’ambiente. Inoltre, la sostenibilità è oggi un driver decisivo nell’influenzare le scelte d’acquisto dei consumatori.

Il packaging, oggi, assume un’ importanza fondamentale, anche, nella vendita on-line. Infatti, i prodotti soggetti a spedizioni e a varie manipolazioni devono necessariamente avere un pakaging resistente, quindi realizzato con materiali durevoli, personalizzato, quindi ben curato, in modo che, i clienti percepiscano sempre la vicinanza del marchio.

In sintesi, per comunicare e attrarre il consumatore un buon packaging deve essere originale e riconoscibile, innovativo ma sempre pratico, immediato e chiaro: in particolare, deve saper trasmettere i messaggi in modo semplice e diretto. 

Ecco quali sono i vantaggi che un packaging design vincente può garantire a una azienda:

  • contribuisce a mantenere l’integrità del prodotto;
  • attira l’attenzione del consumatore contribuendo alla riconoscibilità del marchio;
  • fornisce informazioni sul prodotto e invoglia il cliente all’acquisto;
  • identifica il prodotto e lo differenzia dalla concorrenza;
  • aumenta la fiducia dei clienti nel brand
  • contribuisce a dare al marchio valore e autorità.