fbpx
Social Media Marketing 1170x700

Social Media Marketing Strategy: cos’è e come crearla

La social media marketing strategy è il primo baluardo per un business che si approccia al mondo del marketing online. La strategia di social media marketing non riguarda semplicemente e banalmente solo la pubblicazione di post, tweet o ottenere like a una foto. Si tratta piuttosto di un programma strategico che si nasconde dietro ogni azione compiuta sui social network pensato per rispondere alle necessità di un’azienda che vuole approcciarsi con un certo impatto agli utenti-clienti online.

Costruire il piano di social media marketing serve innanzitutto a dare una finalità all’utilizzo dei social media come strumenti di connessione tra il brand e gli utenti: la strategia aiuterà a definire gli obiettivi da raggiungere, il pubblico da conquistare e i risultati da ottenere. Pertanto nel social media marketing plan saranno riassunte tutte le idee, i propositi e i percorsi previsti per centrare gli obiettivi online del business.

Esattamente come per ogni altra strategia, bisogna prima di tutto dedicarsi all’analisi: analisi del mercato, dei concorrenti e soprattutto dell’audience, capirne non solo gli aspetti sociodemografici ma anche gusti, desideri, interessi e necessità più o meno latenti. Avere un quadro chiaro di chi siano e che caratteristiche abbiano gli utenti a cui si rivolge la propria comunicazione social è fondamentale per poter allineare gli obiettivi aziendali ai loro desideri e bisogni: tale focalizzazione permette di ottimizzare il raggiungimento dei risultati. Bisognerà inoltre dedicarsi allo studio dei canali da utilizzare per selezionare i più adatti e tracciare la giusta content strategy sulla base dei canali scelti.

Gli aspetti da considerare sono tanti e ognuno richiede molta concentrazione e attenzione. Pertanto è sicuramente conveniente strutturare il lavoro per fasi così da evitare di trascurare qualche importante dettaglio. È possibile allora procedere seguendo un percorso a 8 step:
  1. definizione degli S.M.A.R.T. Goals. Stabilire degli obiettivi e delle mete da raggiungere definite e misurabili è certamente il primo punto da affrontare per stabilire una strategia di social media marketing vincente. Tali obiettivi devono essere: Specific, Measurable, Attainble, Relevant, Time bound;
  2. ricerca del proprio pubblico. L’identificazione del proprio cliente ideale è un fattore cruciale per definire una strategia di marketing efficace. Bisogna procedere con metodo, studiando le caratteristiche dell’audience persona: il fine è creare un’offerta adeguata con contenuti significativi che l’utente apprezzi e che possa portarlo a passare da semplice follower a vero e propro fan e cliente del brand;
  3. identificazione della concorrenza. È necessario condurre un’analisi della concorrenza per aver chiaro in che tipo di contesto si andrà competere: bisogna quindi chiedersi cosa stanno già facendo i propri concorrenti, in quali canali si stanno muovendo e sono più forti e con che tipo di comunicazione. Questa indagine è fondamentale per farsi un’idea di quali siano le richieste del mercato e per poter identificare le opportunità di business da cogliere e sulle quali sviluppare il proprio vantaggio competitivo;
  4. valutazione dei social media. Nel caso in cui si fosse già presenti sui social media sarà opportuno fare un passo indietro e fermarsi a valutare quanto operato fino a quel momento sui diversi canali. Bisognerà interrogarsi su chi siano gli user già connessi con il brand; se e su quale social siano stati già raggiunti gli utenti in target; quale azione e attività perseguita è stata produttiva e quale no; come si paragona il lavoro svolto sui social con quello dei concorrenti. Può essere utile comporre una scheda in cui raccogliere e ordinare tutte queste informazioni a partire dalle quali costruire un piano di sviluppo e ottimizzazione;
  5. impostazione gli account e miglioramento i profili esistenti. Una volta definito il target e studiata la concorrenza, è il momento di definire in quali social network essere presenti e come utilizzarli, perfezionando e allineando i profili esistenti con il piano strategico. Infatti, per ogni canale social si possono stabilire obiettivi diversi e diverse metriche per misurarli. Per esempio per incentivare l’acquisto di un prodotto si potrebbe prestare meglio una campagna sul canale Instagram e invece per la generazione di nuovi lead potrebbe convenire sponsorizzare un post con un modulo contatti su Facebook;
  6. ricerca dell’ispirazione. Per rendere unico il proprio brand e la propria offerta bisogna certamente distinguersi da ciò che già esiste. Questo però non vuol dire non poter trarre ispirazione da ciò che è gia stato fatto e che ha già funzionato. Anzi, avere un’idea di come i competitor si muovono e prendere spunto da essi spesso è proprio ciò che permette a un’azienda di creare qualcosa di diverso, ancora più incisivo e convincente. Ma un altro strumento di grande ispirazione potrebbero essere proprio i follower: nessuno meglio di loro potrà fornire informazioni su ciò che preferiscono e desiderano;
  7. creazione di un calendario dei contenuti. Programmare la pubblicazione dei contenuti sui social è estremamente importante: nulla può essere lasciato al caso. In ogni social ci sono giorni e orari diversi in cui è più conveniente pubblicare, dipendentemente anche dal tipo di contenuto. La calenderizzazione dei post deve essere di supporto al raggiungimento dei business goals;
  8. test, valutazione e aggiustamento della strategia. Una buona strategia richiede il monitoraggio regolare dell’andamento delle attività, un lavoro costante di valutazione dei risultati e la prontezza di intervenire per l’eventuale aggiustamento dei parametri. Il fine ultimo è sempre il raggiungimento dei risultati previsti, pertanto ogni informazione reperita e ogni azione messa in campo deve essere seguita con cura, sfruttata e ottimizzata.





ISCRIVITI PER RIMANERE AGGIORNATO SU BUSINESS, DESIGN E INNOVAZIONE

* indicates required
/ ( dd / mm )