fbpx
Leadership: come guidare un team di lavoro verso il successo
 

Leadership: come guidare un team di lavoro verso il successo

Una buona leadership valorizza le performance di gruppo per gestire meglio i processi di cambiamento

La leadership è un bisogno concreto degli uomini, qualunque soggetto viva in comunità ha bisogno di un punto di riferimento

Parlare oggi di leadership vuol dire immergersi in una vasta ed eterogenea letteratura, fatta di studi e ricerche che hanno tentato di dare una definizione universale ad un termine che “porta con sé un’intrinseca soggettività contenutistica” (R. Stogdill). Il concetto di leadership è, infatti, polivalente ed è stato interpretato in modi diversi in base agli approcci con cui è stato affrontato.

La leadership è tutt’oggi un argomento di notevole complessità concettuale ed è ancora difficile identificare un unico modello teorico di riferimento. Ciò porta ad affermare che in realtà non esiste un modello superiore agli altri, una teoria migliore delle altre.
Ogni azienda sceglie il proprio modello leadership in funzione di numerosi parametri che vanno dagli obiettivi che intende raggiungere al contesto ambientale in cui si trova collocata. Ad esempio, nelle aziende del settore digital si è diffuso l’utilizzo del modello trasformazionale, secondo cui il leader è come un coach che, lavorando sulla motivazione, definisce obiettivi che trascendono gli interessi personali, per il raggiungimento del bene comune. Tale approccio di leadership è riuscito a supportato le aziende del settore digital nel superare le grandi sfide competitive, raggiungendo i risultati auspicati.

In senso più generale, la tendenza attuale è interpretare il concetto di leadership come la capacità di esercitare influenza sugli altri e la cui azione diventa particolarmente significativa, differenziandolo dal concetto di dominio. Secondo questo approccio il leader non detiene il potere e non obbliga le persone all’obbedienza, ma è colui che ha come compito quello di costruire un gruppo orientato e motivato al raggiungimento di un obiettivo comune. In tal modo, i risultati della leadership sono principalmente legati alla performance del gruppo.

I fattori chiave che permettono lo sviluppo di una leadership efficace sono principalmente due: pianificazione ed empowerment

In un contesto imprenditoriale, che necessita di innovazione, intraprendenza e responsabilità, in cui le risorse umane risultano centrali, il leader si trova coinvolto nei processi di cambiamento a più livelli: organizzativo, normativo, tecnologico, professionale e culturale.
Il leader, quindi, deve saper gestire e guidare il gruppo di lavoro, consentendo il raggiungimento degli obiettivi personali, del gruppo e dell’impresa. Per poter fare ciò il leader deve, da un lato, mettere in atto una buona pianificazione, attraverso attività che mirano a creare una visione condivisa delle priorità da rispettare nell’assolvimento dei compiti lavorativi nel gruppo; dall’altro creare un senso di fiducia avviando un processo di empowerment, con attività finalizzate allo sviluppo delle potenzialità dei membri del gruppo e a fornire loro l’adeguato supporto.
L’efficacia della leadership e l’efficacia collettiva del gruppo, vengono oggi considerati i più importanti contributi alle necessità funzionali della leadership. Ciò porta ad affermare che i leader devono possedere, oltre a competenze e capacità tecniche, una buona maturità psicologica.

Il leader ha un ruolo cruciale affinché periodi di crisi si possano trasformare in un’opportunità di cambiamento

In un momento di grandi difficoltà economiche e finanziarie, come quello attuale, in cui le aziende hanno difficoltà a rimanere competitive, la capacità del leader può fare la differenza. Una leadership che punta sul vantaggio competitivo deve definire una strategia aziendale basata sulla centralità del cliente; quindi, per ottimizzare i processi produttivi deve investire principalmente sul fattore umano, utilizzando strumenti motivazionali e di coinvolgimento di tutti i lavoratori.
In un contesto di crisi è fondamentale che il leader sappia promuovere una cultura imprenditoriale in grado di favorire l’autonomia e l’assunzione di responsabilità rispetto a se stessi e all’organizzazione. Dunque, bisogna preferire un modello di leadership che crea un clima aziendale di scambio aperto e altamente motivato al fine di raggiungere quegli obiettivi finalizzati al cambiamento, in grado di identificare in un periodo di crisi le opportunità di business.
Questo modello di leadership può supportare contesti in cui il valore economico è funzione diretta delle capacità personali, dell’ingegno, del talento e della volontà individuale di mettere tutto ciò al servizio dell’azienda per cui si lavora.

Beetroot è una PMI che ha abbracciato quella scuola di pensiero secondo cui la leadership si identifica nella capacità di guidare un team di persone verso un obiettivo più grande, quello aziendale, e di motivarlo affinché tutti i componenti diano il meglio di sé. Secondo questo approccio il leader ha una visione strategica di lungo periodo e ha la capacità di creare proposte condivise e di assumersi i rischi dell’innovazione. Quindi, un modello di leadership che richiede valori, comportamenti e competenze alle persone che, nel contesto organizzativo, assumono il ruolo di guida.





ISCRIVITI PER RIMANERE AGGIORNATO SU BUSINESS, DESIGN E INNOVAZIONE

* indicates required
/ ( dd / mm )